© 2019 Radius S.n.c. tutti i diritti riservati.

Radius S.n.c.

Via Bartolomeo Bossi, 27

18100 - Imperia (IM)

Tel. +39 335362694

andrea.dethomatis@radius.it - radius@pec.uno.it

P.I. 01273630085

PROTEZIONE DALLE RADIAZIONI IONIZZANTI

Radius

Servizi avanzati per l'ambiente, la sicurezza e la qualità.

Protezione dalle Radiazioni Ionizzanti

 

Servizio di Esperto Qualificato

Radius S.n.c. offre il servizio di “Sorveglianza Fisica della Radioprotezione” ai sensi del D.Lgs. 230/95 e s.m.i. per le sorgenti di radiazioni ionizzanti e le macchine radiogene utilizzate in ambito sanitario o industriale.

Il servizio è svolto dal Dott. Andrea De Thomatis, Fisico Esperto Qualificato di secondo grado n° 1731, iscritto all’Ordine Interprovinciale dei Chimici e Fisici della Liguria al n° 1314, e comprende:

  • Incarico di Esperto Qualificato

  • Consulenza amministrativa per pratiche autorizzative e comunicazioni agli enti di controllo

  • Valutazione preventiva dei rischi da Radiazioni Ionizzanti

  • Progettazione schermature e presidi radioprotezionistici

  • Prima verifica di radioprotezione di nuovi impianti

  • Classificazione dei lavoratori e degli ambienti di lavoro

  • Istituzione e compilazione della documentazione di legge (registro di radioprotezione, schede personali dosimetriche, ecc…)

  • Formazione del personale

  • Verifiche periodiche di radioprotezione

 

Ambito Sanitario – Diagnostica per Immagini

Nell’ambito del servizio di Esperto Qualificato, Radius S.n.c. opera da più di 20 anni nell’ambiente sanitario ed in particolare nella Diagnostica per Immagini, offrendo la propria consulenza a

  • ASL

  • Centri Privati di Diagnostica per Immagini

  • Case di Cura

  • Poliambulatori

  • Studi Dentistici

  • Studi Veterinari

 

Ambito Industriale

Nell’ambito del servizio di Esperto Qualificato, Radius S.n.c. opera da più di 20 anni nell’ambiente Industriale, offrendo la propria consulenza in merito ai seguenti dispositivi con uso di sorgenti di radiazioni ionizzanti:

  • Laboratori chimici

  • Sistemi di misura di densità/spessore

  • Sistemi di analisi della composizione di leghe metalliche

  • Sistemi di controllo di colli e bagagli

  • Sistemi di controllo delle confezioni alimentari

  • Sistemi di analisi della composizione del vetro

  • Sistemi di rivelazione di fumo

  • Parafulmini radioattivi

 

Rottami metallici e non

Nell’ambito del servizio di Esperto Qualificato, Radius S.n.c. opera da più di 20 anni nell’ambiente della raccolta e deposito dei Rottami metallici e non.

In particolare il D.Lgs. 100/11, il regolamento UE n° 333/11 nonché i provvedimenti autorizzativi delle Provincie o Città Metropolitane impongono a chi esercita attività di raccolta e deposito di rottami metallici (e in alcuni casi di vetro e RSU) l’onere di effettuare misure di livelli anomali di radioattività nei carichi in ingresso. Per tale onere le Aziende devono avvalersi di un Esperto Qualificato al fine di:

 

  • Predisporre una procedura di effettuazione delle misure radiometriche

  • Predisporre una procedura per la gestione degli eventuali livelli anomali di radioattività riscontrati

  • Effettuare una verifica periodica di buon funzionamento dello strumento radiometrico utilizzato

  • Predisporre la Carta di Controllo dello strumento radiometrico utilizzato

  • Effettuare la formazione del personale impiegato per le misure radiometriche

  • Attestare periodicamente l’avvenuto controllo radiometrico

 

Gas Radon

Nell’ambito del servizio di Esperto Qualificato, Radius S.n.c. opera da più di 20 anni nel campo della misura di concentrazione di Gas Radon negli ambienti di lavoro.

Il D.Lgs. 230/95 e s.m.i. impone alle aziende aventi ambienti di lavoro sotterranei o seminterrati di effettuare misure di Gas Radon (gas naturale radioattivo) in tali ambienti.

Radius S.n.c. offre la propria esperienza e la consulenza del proprio Esperto Qualificato per la pianificazione delle misure, la scelta delle metodiche, l’interpretazione dei risultati e le eventuali azioni mitigatrici da intraprendere.

 
 

Controlli di Qualità in Diagnostica per Immagini

Servizio di Esperto in Fisica Medica

Radius S.n.c. offre il servizio di “Sorveglianza Fisica della Radioprotezione” ai sensi del D.Lgs. 230/95 e s.m.i. per le sorgenti di radiazioni ionizzanti e le macchine radiogene utilizzate in ambito sanitario o industriale.

Il servizio è svolto dal Dott. Andrea De Thomatis, Fisico Esperto Qualificato di secondo grado n° 1731, iscritto all’Ordine Interprovinciale dei Chimici e Fisici della Liguria al n° 1314, e comprende:

  • Incarico di Esperto Qualificato

  • Consulenza amministrativa per pratiche autorizzative e comunicazioni agli enti di controllo

  • Valutazione preventiva dei rischi da Radiazioni Ionizzanti

  • Progettazione schermature e presidi radioprotezionistici

  • Prima verifica di radioprotezione di nuovi impianti

  • Classificazione dei lavoratori e degli ambienti di lavoro

  • Istituzione e compilazione della documentazione di legge (registro di radioprotezione, schede personali dosimetriche, ecc…)

  • Formazione del personale

  • Verifiche periodiche di radioprotezione

 

Controlli di Qualità sulle apparecchiature di Radiodiagnostica

I Controlli di Qualità sulle apparecchiature di Radiodiagnostica sono prove tecniche effettuate con apposita strumentazione ai sensi del D.Lgs. 187/00 e secondo i protocolli internazionali, atte a verificare che la prestazione diagnostica della apparecchiatura sia ottimizzata in termini di qualità della immagine e della dose impartita al Paziente.

 

Radius S.n.c. effettua tali controlli da più di 20 anni tramite i propri Esperti in Fisica Medica e, ove previsto, tramite il proprio Esperto Qualificato.

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante l’elenco dei test effettuati, i limiti relativi ai singoli test e l’esito dei controlli, da inserire nel Manuale di Garanzia della Qualità redatto dall’Esperto in Fisica Medica.

 

Verifica LDR

Una delle funzioni dell’Esperto in Fisica Medica, secondo il D.Lgs. 187/00, è la verifica periodica dei Livelli Diagnostici di Riferimento (LDR) in Radiodiagnostica.

Gli LDR sono degli indicatori di dose in ingresso al Paziente che tengono conto sia delle specifiche tecniche delle apparecchiature per Radiodiagnostica utilizzate, sia dei protocolli clinici impiegati per l’effettuazione delle procedure diagnostiche. Pertanto tali verifiche necessitano della stretta collaborazione tra l’Esperto in Fisica Medica ed il Medico Responsabile dell’Impianto Radiologico.

 

Servizi e Controlli in Risonanza Magnetica

 

Servizio di Esperto Responsabile

Radius S.n.c. offre il servizio di “Esperto Responsabile della Sicurezza in Risonanza Magnetica” ai sensi del D.M. 10 agosto 2018 per gli Impianti a Risonanza Magnetica per uso Diagnostico.

Il servizio è svolto dal Dott. Andrea De Thomatis, Fisico Esperto Responsabile, iscritto all’Ordine Interprovinciale dei Chimici e Fisici della Liguria al n° 1314. In particolare l’Esperto Responsabile:

  • approva il progetto definitivo dell’Impianto RM ai fini della conformità ai requisiti di sicurezza di cui agli Standard di Sicurezza

  • assicura la verifica della corrispondenza tra il progetto realizzato e quello approvato

  • acquisisce, al termine dei lavori, copia delle dichiarazioni di conformità alla regola dell’arte o alle relative norme di buona tecnica degli impianti e dei dispositivi di sicurezza installati;

  • acquisisce copia della documentazione rilasciata dalla Ditta fornitrice/produttrice/installatrice comprovante la corretta installazione e funzionalità dell’Impianto RM

  • effettua un’analisi del rischio all’interno del Sito RM

  • identifica il percorso dei criogeni per il raggiungimento del Sito RM dal luogo di arrivo della fornitura

  • predispone le procedure da seguire in caso di emergenza

  • assicura la verifica periodica del perdurare del corretto funzionamento dei dispositivi di sicurezza e degli impianti accessori

  • elabora le norme interne di sicurezza per quanto attiene la gestione del rischio

  • assicura l’etichettatura dei dispositivi medici e delle attrezzature amovibili presenti all’interno del Sito RM

  • elabora il programma di garanzia della qualità per gli aspetti fisici

  • garantisce l’esecuzione periodica dei controlli di qualità

  • assicura le verifiche periodiche di efficacia schermante della gabbia di Faraday

  • effettua la sorveglianza fisica dell’ambiente

  • segnala al datore di lavoro, ovvero ai suoi delegati, gli incidenti e mancati incidenti connessi alle tecnologie all’interno del Sito RM

 

Controllo di Qualità sulle apparecchiature a Risonanza Magnetica

I Controlli di Qualità sulle apparecchiature a Risonanza Magnetica sono prove tecniche effettuate con appositi fantocci ai sensi del D.M. 10 agosto 2018 e secondo i protocolli internazionali, per la valutazione quantitativa dei principali parametri fisici rappresentativi della qualità dell’immagine RM e la verifica che la prestazione diagnostica della apparecchiatura sia ottimizzata.

 

Radius S.n.c. effettua tali controlli da più di 15 anni tramite il proprio Esperto Responsabile.

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante l’elenco dei test effettuati, i limiti relativi ai singoli test e l’esito dei controlli.

 

Verifica della efficienza della Gabbia di Faraday

Il Tomografo a Risonanza Magnetica deve operare in totale isolamento elettromagnetico rispetto ad eventuali segnali esterni che interferendo con la catena di ricezione potrebbero generare artefatti o comunque un degrado della qualità dell’immagine.

A tal fine il Tomografo è installato in una cabina schermata detta “Gabbia di Faraday” la cui efficienza schermante deve essere periodicamente verificata strumentalmente.

 

Radius S.n.c. effettua da più di 15 anni tali verifiche secondo gli standard internazionali e le Indicazioni Operative dell’INAIL.

Le verifiche sono effettuate sui punti più sensibili della Gabbia (porta, visiva, guide d’onda, penetration panel, ecc…) alla frequenza di risonanza dell’Impianto in oggetto e a frequenze inferiori e superiori, con antenne operanti sia in campo magnetico che in campo elettrico.

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante le metodiche di misura, le frequenze, le antenne impiegate e i risultati delle misure.

 

Verifica e calibrazione del sensore di percentuale di ossigeno

I Tomografi a Risonanza Magnetica di tipo Superconduttivo (tipicamente i Tomografi avente campo magnetico statico pari o superiore ad 1.0 T) contengono una notevole quantità di elio allo stato liquido (anche più di 1000 litri) mantenuto alla temperatura di circa –272 °C. A temperatura ambiente l’elio liquido si trasforma in elio gassoso: l’elio è un gas inerte e non nocivo per la salute se inalato in piccole quantità, tuttavia evaporando l’elio espande il proprio volume di circa 750 volte, pertanto l’evaporazione anche di piccole quantità di elio liquido e la sua fuga accidentale all’interno della Sala Magnete può portare alla saturazione dell’ambiente con possibile rischio di asfissia per mancanza di ossigeno.

Inoltre particolari condizioni possono portare all’evaporazione quasi istantanea dell’intera quantità di elio contenuto nel Tomografo (“Quench”) che potrebbe accidentalmente provocare la fuoriuscita di notevoli quantità di elio gassoso all’interno della Sala Magnete.

 

Per questo motivo l’impianto è dotato di un sistema di monitoraggio della percentuale di ossigeno all’interno della Sala Magnete collegato con allarmi sonori e luminosi e attivante un sistema di ventilazione forzata di emergenza atto ad estrarre rapidamente l’elio gassoso dalla Sala Magnete.

 

Il sistema di allarme ossigeno è comandato da una centralina elettronica collegata ad un rivelatore di ossigeno posto nella Sala Magnete. Sono impostate due soglie di allarme in corrispondenza di valori della concentrazione di ossigeno pari a 19% e 18%. Alla soglia del 19% è associata una segnalazione di allarme mentre alla soglia del 18% è collegata anche l’attivazione automatica del sistema di estrazione di emergenza.

 

Radius S.n.c. effettua la verifica del corretto funzionamento del sistema di allarme ossigeno mediante bombole calibrate con miscele aventi percentuali note di ossigeno o azoto, al fine di determinare la correttezza del dato rilevato dal sensore e la corretta impostazione ed efficacia delle soglie di allarme.

Viene inoltre effettuata ove necessaria e in presenza di cella ossigeno non esaurita, la calibrazione di tale sistema di rilevazione della percentuale di ossigeno.

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante le metodiche di misura e i risultati delle misure.

 

Verifica del sistema di ventilazione forzata della Sala Magnete

I Tomografi a Risonanza Magnetica di tipo Superconduttivo (tipicamente i Tomografi avente campo magnetico statico pari o superiore ad 1.0 T) contengono una notevole quantità di elio allo stato liquido (anche più di 1000 litri) mantenuto alla temperatura di circa –272 °C. A temperatura ambiente l’elio liquido si trasforma in elio gassoso: l’elio è un gas inerte e non nocivo per la salute se inalato in piccole quantità, tuttavia evaporando l’elio espande il proprio volume di circa 750 volte, pertanto l’evaporazione anche di piccole quantità di elio liquido e la sua fuga accidentale all’interno della Sala Magnete può portare alla saturazione dell’ambiente con possibile rischio di asfissia per mancanza di ossigeno.

Inoltre particolari condizioni possono portare all’evaporazione quasi istantanea dell’intera quantità di elio contenuto nel Tomografo (“Quench”) che potrebbe accidentalmente provocare la fuoriuscita di notevoli quantità di elio gassoso all’interno della Sala Magnete.

 

Per questo motivo l’impianto è dotato di un sistema di monitoraggio della percentuale di ossigeno all’interno della Sala Magnete collegato con allarmi sonori e luminosi e attivante un sistema di ventilazione forzata di emergenza atto ad estrarre rapidamente l’elio gassoso dalla Sala Magnete.

 

Radius S.n.c. effettua la verifica del sistema di ventilazione forzata della Sala Magnete in regime normale e di emergenza secondo quanto indicato dalle Indicazioni Operative dell’INAIL, direttamente sulle bocchette presenti in Sala Magnete tramite strumento di misura “Balometro”.

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante le metodiche di misura e i risultati delle misure espressi in numero di ricambi/ora, comprensivi dello stato di pressione o depressione del locale.

 

Ispezione del tubo del Quench

I Tomografi a Risonanza Magnetica di tipo Superconduttivo (tipicamente i Tomografi avente campo magnetico statico pari o superiore ad 1.0 T) contengono una notevole quantità di elio allo stato liquido (anche più di 1000 litri) mantenuto alla temperatura di circa –272 °C. A temperatura ambiente l’elio liquido si trasforma in elio gassoso: l’elio è un gas inerte e non nocivo per la salute se inalato in piccole quantità, tuttavia evaporando l’elio espande il proprio volume di circa 750 volte, pertanto l’evaporazione anche di piccole quantità di elio liquido e la sua fuga accidentale all’interno della Sala Magnete può portare alla saturazione dell’ambiente con possibile rischio di asfissia per mancanza di ossigeno.

Inoltre particolari condizioni possono portare all’evaporazione quasi istantanea dell’intera quantità di elio contenuto nel Tomografo (“Quench”) che potrebbe accidentalmente provocare la fuoriuscita di notevoli quantità di elio gassoso all’interno della Sala Magnete.

 

Per questo motivo l’impianto è dotato di un canale di espulsione dell’elio gassoso (Tubo del Quench) collegato al Tomografo tramite una valvola a rottura, attraverso il quale l’elio gassoso viene convogliato all’esterno in caso di Quench.

 

Radius S.n.c. effettua la verifica visiva del Tubo del Quench, dal “Punto di Consegna” alla estremità superiore, ed in particolare:

 

  • controllo dei sistemi di raccordo del tubo

  • controllo delle flange

  • controllo foro di drenaggio condensa

  • controllo fissaggio staffe di sostegno

  • verifica di eventuali forature lungo il tubo

  • controllo parte terminale del tubo

 

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante le metodiche di verifica, i risultati delle verifiche e la documentazione fotografica dello stato del tubo del Quench.

 

Misure di Campi Elettromagnetici

 

Consulenza per la Valutazione Preventiva dei Rischi da CEM

Il D.Lgs 159/16 ha fissato i limiti di esposizione dei lavoratori ai Campi Elettromagnetici ai sensi del D.Lgs. 81/08 rendendo pertanto obbligatoria la valutazione preventiva dei rischi per tali agenti fisici.

Spetta all’RSPP valutare quali sorgenti di Campi Elettromagnetici presenti in Azienda debbano essere presi in considerazione al fine della valutazione preventiva dei rischi e per quali di essere debbano essere eseguite delle specifiche misure fisiche.

Radius S.n.c. dispone delle competenze necessarie per coadiuvare l'RSPP in tale valutazione.

 

Il D.Lgs 159/16 ha fissato i limiti di esposizione dei lavoratori ai Campi Elettromagnetici ai sensi del D.Lgs. 81/08 rendendo pertanto obbligatoria la valutazione preventiva dei rischi per tali agenti fisici.

Per alcune delle sorgenti di CEM presenti in Azienda, secondo quanto valutato dall’RSPP, devono essere effettuate specifiche misure fisiche di emissione di Campi Elettromagnetici.

Radius S.n.c. dispone delle competenze e della strumentazione necessarie per coadiuvare l'RSPP in tale valutazione ed eseguire le misure strumentali di campo ove necessarie, in ottemperanza alle Norme di Buona Tecnica nazionali ed internazionali.

In particolare Radius S.n.c. dispone della strumentazione necessaria per effettuare, ove richiesto, le misure con il metodo del “Picco Ponderato”.

Tutti i controlli prevedono l’emissione di uno specifico report riportante le metodiche di misura e i risultati delle misure.

Misure di CEM in ambito D.Lgs. 81/08